Spostamenti all’estero in previsione delle prossime ferie

In riferimento all’oggetto di cui sopra, vi invitiamo a prendere nota delle seguenti prescrizioni nel caso di rientri dall’Estero durante il periodo delle vacanze estive.

Attenzione: le regole di rientro VANNO VERIFICATE subito prima del viaggio di ritorno poiché soggette a cambiamenti imprevedibili, legati all’andamento dei contagi.
Tali disposizioni qui riportate sono in VIGORE fino al 31/07/2021 (salvo diverse indicazioni).
Si invita a verificare sui siti www.salute.gov.it e infocovid.viaggiaresicuri.it eventuali cambiamenti e/o integrazioni.

La certificazione relativamente al completamento del ciclo vaccinale deve riferirsi ad uno dei quattro vaccini approvati dall’Agenzia europea per i medicinali:
• Comirnaty di Pfizer-BioNtech
• Moderna
• Vaxzevria (Astrazeneca)
• Janssen (Johnson & Johnson)

Elenco A – Stato della Città del Vaticano e Repubblica di San Marino
Per questi Paesi non è prevista nessuna limitazione.

Elenco B
Gli Stati e i territori a basso rischio epidemiologico verranno individuati, tra quelli di cui all’ Elenco C, con ordinanza adottata ai sensi dell’articolo 6, comma 2. Sono consentiti gli spostamenti da e per questi Paesi senza necessità di motivazione.
Al momento, nessuno Stato è ricompreso in questo elenco.

Elenco CAustria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Croazia, Danimarca (incluse isole Faer Oer e Groenlandia), Estonia, Finlandia, Francia (inclusi Guadalupa, Martinica, Guyana, Riunione, Mayotte ed esclusi altri territori situati al di fuori del continente europeo), Germania, Grecia, Irlanda, Israele, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi (esclusi territori situati al di fuori del continente europeo), Polonia, Portogallo (incluse Azzorre e Madeira), Repubblica Ceca, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna (inclusi territori nel continente africano), Svezia, Ungheria, Islanda, Norvegia, Liechtenstein, Svizzera, Andorra, Principato di Monaco.

Adempimenti all’ingresso in Italia

Per tutti coloro che hanno soggiornato o transitato nei quattordici giorni antecedenti all’ingresso in Italia in uno o più Stati e territori di cui all’Elenco C dell’Allegato 20 (escluso il Regno Unito di Gran Bretagna e l’Irlanda del Nord), la normativa prevede che al rientro in Italia sia obbligatorio:

  • presentare la Certificazione verde COVID-19 rilasciata ai sensi del decreto-legge 22 aprile 2021, n.52, e dei Regolamenti UE 2021/953 e 2021/954 (Regolamenti in materia di EU Digital Covid Certificate) da cui risulti una delle condizioni:
    • aver completato il ciclo vaccinale prescritto anti-SARS-CoV-2 da almeno 14 giorni
    • esser guariti da COVID-19 (la validità del certificato di guarigione è pari a 180 giorni dalla data del primo tampone positivo)
    • essersi sottoposti a tampone molecolare o antigenico effettuato nelle 48 ore prima dell’ingresso in Italia con esito negativo. I minori al di sotto dei 6 anni sono esentati dall’effettuare il tampone pre-partenza.
  • compilare il Passenger Locator Form – Modulo di localizzazione digitale – prima dell’ingresso in Italia. Il modulo sostituisce l’autodichiarazione resa al vettore

Regole specifiche sono state adottate per chi ha soggiornato o transitato nel Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord.

Adempimenti all’ingresso in Italia

A tutti coloro che hanno soggiornato o transitato nei 14 giorni antecedenti al\l’ingresso in Italia nel Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord (compresi Gibilterra, Isola di Man, Isole del Canale e basi britanniche nell’isola di Cipro) è fatto obbligo di:

  • sottoporsi a test molecolare o antigenico nelle 48 ore antecedenti all’ingresso in Italia
  • sottoporsi alla sorveglianza sanitaria e a un periodo di cinque giorni di isolamento fiduciario presso l’abitazione o la dimora indicata nella dPLF (EU Digital Passenger Locator Form)
  • effettuare un ulteriore test molecolare o antigenico al termine dei cinque giorni di isolamento fiduciario.

Elenco D – Australia, Nuova Zelanda, Repubblica di Corea, Ruanda, Singapore, Tailandia, Giappone, Canada e Stati Uniti nonché gli ulteriori Stati e territori a basso rischio epidemiologico, che verranno individuati con ordinanza, tra quelli di cui all’Elenco E.

Adempimenti all’ingresso in Italia

Chiunque sia stato o abbia transitato nei 14 giorni precedenti all’ingresso in Italia in uno dei paesi in elenco D, deve sottostare ai seguenti obblighi:

  • sottoporsi a tampone molecolare o antigenico effettuato nelle 72 ore prima dell’ingresso in Italia e il cui risultato sia negativo;
  • compilare il Passenger Locator Form – Modulo di localizzazione digitale – prima dell’ingresso in Italia. Il modulo sostituisce l’autodichiarazione resa al vettore;
  • comunicare immediatamente il proprio ingresso in Italia al Dipartimento di prevenzione dell’azienda sanitaria competente per territorio. Consulta la pagina: COVID-19 Numeri verdi e informazioni regionali;
  • raggiungere la propria destinazione finale in Italia solo con mezzo privato;
  • sottoporsi ad isolamento fiduciario e sorveglianza sanitaria per 10 giorni;
  • sottoporsi al termine dell’isolamento di 10 giorni ad un ulteriore tampone molecolare o antigenico.

Regole specifiche sono state adottate per gli ingressi dal Giappone, Canada e Stati Uniti.

Adempimenti all’ingresso in Italia

Per tutti coloro che hanno soggiornato o transitato nei quattordici giorni antecedenti all’ingresso in Italia in Canada, Giappone e Stati Uniti, la normativa prevede che al rientro in Italia sia obbligatorio:

  • presentare la certificazione verde COVID-19 rilasciata ai sensi del decreto-legge 22 aprile 2021, n.52, e dei Regolamenti UE 2021/953 e 2021/954 (Regolamenti in materia di EU Digital Covid Certificate) da cui risulti una delle tre condizioni:
    • aver completato il ciclo vaccinale prescritto anti-SARS-CoV-2 da almeno 14 giorni
    • esser guariti da COVID-19 (la validità del certificato di guarigione è pari a 180 giorni dalla data del primo tampone positivo)
    • essersi sottoposti a tampone molecolare o antigenico effettuato nelle 48 ore prima dell’ingresso in Italia con esito negativo. I minori al di sotto dei 6 anni sono esentati dall’effettuare il tampone pre-partenza.
  • compilare il Passenger Locator Form – Modulo di localizzazione digitale – prima dell’ingresso in Italia. Il modulo sostituisce l’autodichiarazione resa al vettore.

Elenco E – Tutti gli Stati e territori non espressamente indicati in altro elenco.

Regole specifiche sono state adottate per il Brasile e l’India, Bangladesh e Sri Lanka. Per questi Paesi non è possibile applicare le medesime condizioni previste per i Paesi in Elenco E.

Adempimenti all’ingresso in Italia

Al rientro in Italia, se nei 14 giorni precedenti si è soggiornato/transitato dai questi Paesi è necessario:

  • sottoporsi a tampone molecolare o antigenico effettuato nelle 72 ore prima dell’ingresso in Italia e il cui risultato sia negativo
  • compilare il Passenger Locator Form – Modulo di localizzazione digitale – prima dell’ingresso in Italia. Il modulo sostituisce l’autodichiarazione resa al vettore
  • sottoporsi ad isolamento fiduciario e sorveglianza sanitaria per 10 giorni. Tale disposizione si applica solo agli ingressi in Italia successivi all’entrata in vigore dell’Ordinanza 16 aprile 2021
  • sottoporsi al termine dell’isolamento di 10 giorni ad un ulteriore tampone molecolare o antigenico. Coloro che abbiano fatto ingresso in Italia prima del 18 aprile 2021, devono completare il periodo di 14 giorni di isolamento e non devono effettuare ulteriori test
  • raggiungere la propria destinazione finale in Italia solo con mezzo privato

Vige l’obbligo, inoltre di comunicare immediatamente il proprio ingresso in Italia al Dipartimento di prevenzione dell’azienda sanitaria competente per territorio all’azienda sanitaria locale.

Al momento del rientro in azienda dopo le ferie, vi ricordiamo che è necessario dichiarare ove si abbia soggiornato durante le ferie, firmando l’apposita autodichiarazione di responsabilità del lavoratore come già fatto in passato.

Share:

Potrebbero interessarti...

Mense aziendali COVID

Green Pass per mense aziendali

Attraverso una FAQ del Governo, Palazzo Chigi ha specificato che “per la consumazione al tavolo al chiuso i lavoratori possono accedere nella mensa aziendale o

Calendario corsi Settembre/Dicembre 2021

CORSO SICUREZZA LAVORATORI FORMAZIONE GENERALE06 SETTEMBRE 2021 – DALLE 9.00 ALLE 13.00 RISCHIO BASSO06 SETTEMBRE 2021 – DALLE 9.00 ALLE 18.00 RISCHIO MEDIO06 SETTEMBRE 2021

Stress lavoro correlato - Katia Nadalini sicurezza sul lavoro

Stress da lavoro correlato

La parola stress è entrata ormai nel linguaggio comune. Si parla di stress in molte circostanze della vita quotidiana e sempre più persone si definiscono,

Scarica l'ultimo Libro di Katia Nadalini "Il grido nel silenzio" in formato PDF

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy e cookie policy. Clicca ok per proseguire la navigazione e acconsentire all’uso dei cookie.