L’Anidride Carbonica, l’indicatore più importante per la qualità dell’aria!

valutazione della qualità dell'aria misurazione CO2

L’anidride carbonica (CO2) è un gas composto da 2 atomi di ossigeno e 1 atomo di carbonio e ha un peso specifico più alto dell’aria. L’anidride carbonica è indispensabile per la vita e per la fotosintesi delle piante. 

L’anidride carbonica viene normalmente prodotta durante la respirazione. Oltre ad essere indispensabile per la vita, ci fornisce un importante parametro per poter valutare se siamo in presenza di una buona qualità dell’aria o meno.

La maggior parte delle persone passa ogni giorno più di 20 ore all’interno di ambienti chiusi. La CO2 presente nell’aria viene misurata in % o in ppm (parti per milione) ed è l’indicatore più importante nella valutazione della qualità dell’aria.

Il Joint Research Centre (JCR) dell’UE ha condotto uno studio dal quale è emerso che negli spazi interni sono presenti maggiori quantità di sostanze nocive rispetto che all’aperto. Alti livelli di concentrazione di anidride carbonica col tempo possono avere effetti dannosi sulla salute. Uno studio di Pettenkofer ha comprovato che le persone che si trovano in stanze con una concentrazione di CO2 al di sotto dello 0,1% (1.000 ppm) si sentono a loro agio, mentre cominciano a soffrire disagi in stanze con concentrazioni di CO2 che salgono al di sopra dello 0,2% (2.000 ppm).

Misurazione di CO2

Di recente ci siamo imbattute in un articolo interessantissimo pubblicato su Repubblica.it (Mariano Zafra e Javier Salas). Dall’articolo abbiamo tratto le seguenti immagini derivanti da simulazioni effettuate: lo studio si è incentrato sulla possibile determinazione di un parametro di facile misurazione come l’anidride carbonica per determinare la probabilità di contagio negli ambienti chiusi.

valutazione della qualità dell'aria misurazione CO2

L’analisi sopra riportata è riferita all’abitacolo di un’automobile, preso come esempio classico di ambiente chiuso in cui tutti noi ci troviamo a trascorrere del tempo, ma le stesse considerazioni possono essere fatte per qualunque ambiente chiuso.

Più alta è la concentrazione di questo gas (che, come detto, espelliamo quando respiriamo), peggiore è la ventilazione dello spazio.

Una semplice misurazione ci permette di sapere se una stanza, un ufficio o un qualsiasi luogo chiuso sono carichi di aria esalata da altre persone o se hanno un buon livello di ventilazione, il che riduce drasticamente il rischio di contagio.

Gli studi e le simulazioni effettuate hanno permesso di indicare come concentrazione limite 800 ppm di anidride carbonica: nel caso in cui la concentrazione di CO₂ superi le 800 parti per milione, si raccomanda di aumentare la ventilazione o diminuire la capacità fino a che non si scenda sotto questo indice.

Paesi come la Germania, il Canada e il Regno Unito prevedono il monitoraggio della CO₂ nelle loro linee guida in caso di pandemia per applicare la ventilazione adeguata.

Occorre in ogni caso distinguere i luoghi chiusi da valutare in base alle attività che si svolgo al loro interno: nei ristoranti, ad esempio, occorre tenere presente che durante il pasto non si indossano le mascherine. Questo potrebbe portare a definire due limiti di concentrazione che tengano conto di questi fattori.

Appare quindi sempre più importante valutare preventivamente la qualità dell’aria per poter adeguare in maniera efficace i ricambi d’aria necessari! 

Come già ripostato in diversi nostri articoli, una buona qualità dell’aria migliora le prestazioni lavorative ed aumenta il benessere psico-fisico delle persone che si trovano all’interno di un luogo di lavoro.

Anche a prescindere dal COVID-19! In fondo una misurazione di CO2 è facilmente eseguibile e di immediata lettura.

Il nostro Studio può aiutarti anche in questo!

Share:

Potrebbero interessarti...

Stress lavoro correlato - Katia Nadalini sicurezza sul lavoro

Stress da lavoro correlato

La parola stress è entrata ormai nel linguaggio comune. Si parla di stress in molte circostanze della vita quotidiana e sempre più persone si definiscono,

Katia Nadalini - misura la qualità dell'aria in ufficio microclima

Microclima

Microclima e qualità dell’aria in ufficio e negli ambienti chiusi in cui trascorriamo la maggior parte del nostro tempo. Da oltre un anno oramai siamo

Scarica l'ultimo Libro di Katia Nadalini "Il grido nel silenzio" in formato PDF

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella privacy e cookie policy. Clicca ok per proseguire la navigazione e acconsentire all’uso dei cookie.